Viaggi avventura in moto: la Mongolia del SUD e la Gobi Expedition

Il classico dei viaggi avventura in moto in Mongolia

Il classico dei viaggi avventura in moto nel paese dell’ultimo popolo nomade, perfetto per chi è alla prima esperienza con la Mongolia. Dalla capitale Ulaanbaatar ci sposteremo a Sud fin quasi a lambire il confine cinese ed immergerci nel mitico Deserto del Gobi.

Attraverseremo uno degli spazi più desolati, misteriosi e affascinanti del pianeta, che ogni giorno ci riserverà una sorpresa, degna del più avvincente dei viaggi avventura in moto: il passaggio in uno stretto canyon roccioso, falesie altissime, le montagne ove furono rinvenuti i resti fossili dei dinosauri più grandi del mondo. E poi risaliremo lungo la sconfinata oasi disegnata dalla verde valle dell’Orkhon, fino all’antica capitale Kharkhorin.

1° giorno, sabato 8 Agosto: Italia – Mongolia

Volo aereo intercontinentale dall’Italia per raggiungere la capitale mongola Ulaanbaatar.
Partenza dall’Italia e arrivo a Ulaanbaatar alle 07:00 del mattino seguente.
Notte in volo.

2° giorno, domenica 9: Ulaanbaatar

Arrivo ad Ulaanbaatar, accoglienza all’aeroporto da parte della guida locale e dell’altro coordinatore italiano.
Giornata dedicata all’ambientamento e al relax,  per poi dedicarci alla visita della città con la visita anzitutto al Museo Nazionale di Storia.
Alla sera cena in un ristorante della città e pernottamento in hotel.

3° giorno, lunedì 10: Ulaanbaatar – Khogno Khan

250 km circa (220 asfalto)

Colazione in hotel e partenza del convoglio di moto, fuoristrada e furgoni di assistenza in direzione ovest seguendo la strada asfaltata. La steppa mongola si apre ai nostri occhi, da oggi avremo scorci e contatti con i nomadi ed il loro stile di vita.

Cena e pernottamento in un campo ger scenograficamente adagiato in una posizione che ci permette di osservare il massiccio roccioso di Khogno Khan nella sua immensità.

4° giorno, martedì 11: Khogno Khan - Kharkhorin

130 km circa (120 asfalto)

Colazione nel campo ger e dopo pochi km sosta alle dune di Mongol Els.

Nel pomeriggio visita dell’antica capitale mongola e l’Erdene Zuu Khiid, il primo monastero buddista costruito in Mongolia 420 anni fa circondato da 108 magnifici stupa, che una volta comprendeva quasi 100 templi, 300 ger e quasi 1.000 monaci. Cena e pernottamento in campo ger.

5° giorno, mercoledì 12: Kharkhorin – Orkhon Valley

150 km circa (50 asfalto)

Colazione nel campo ger e partenza in direzione della Valle del Fiume Orkhon, zona di affascinante bellezza e notevole importanza tanto da essere tutelata dall’UNESCO.

Cena e pernottamento in campo ger.

6° giorno, giovedì 13: Orkhon Valley – Arvaikheer

130 km circa (30 asfalto)

Colazione nel campo ger e visita alla Valle dell’Orkhon e alle cascate originate dal fiume, strepitoso paesaggio che evoca una bellezza preistorica. Poi, se le condizioni lo permettono, prenderemo una pista che passa da Uyanga, località famosa per i suoi cercatori d’oro.

Cena in un ristorante della città e pernottamento in hotel.

7° giorno, venerdì 14: Arvaikheer – Ongii Khiid

150 km circa (20 asfalto)

Colazione in hotel e partenza in direzione sud fino a raggiungere il vecchio monastero di Ongii Khiid che visiteremo prima di sistemarci per la notte in una spettacolare location lambita dal fiume Ongii.

Cena e pernottamento in un campo ger.

8° giorno, sabato 15: Ongii Khiid – Bayanzag

190 km circa

Colazione nel campo di ger ed ulteriore escursione alle dune per chi lo desidera ancora.
Attraverso uno degli itinerari più avventurosi puntiamo a nord attraverso i posti dove Roy Chapman trascorse la propria vita alla ricerca di fossili di dinosauro.
Cena e pernottamento in campo ger.

9° giorno, domenica 16: Bayanzag – Khongoryn Els

140 km circa

Colazione nel campo ger e poi… siete pronti?! Oggi si entra nel Deserto del Gobi!

Il luogo dove pernotteremo è a ridosso delle Grandi Dune del Gobi che avremo modo di scalare a piedi prima di andarci a rifocillare per la notte.

10° giorno, lunedì 17: Khongoryn Els – Yolin Am

170 km circa

Colazione nel campo ger quindi puntiamo ad est costeggiando le dune del Gobi che con le loro tinte calde sembrano una lunga sciarpa di cachemire lasciata cadere dal cielo.

Attraverseremo quindi la stretta gola del Canyon di Dungenee per poi proseguire per diversi km nel greto di un torrente. Altra giornata ricca di emozioni! Cena e pernottamento in un campo ger.

11° giorno, martedì 18: Yolin Am – Dalanzadgad

100 km circa (50 km asfalto)

Colazione al campo ger. Oggi, con un’escursione di 3 ore visiteremo la valle di Yolyn Am (bocca dell’avvoltoio in mongolo) una vallata nel Parco di Gurvan Saikhan in mezzo alle montagne rocciose del Gobi, posta a oltre 2.000 metri, che normalmente per tutto il tempo dell’anno è ricoperta di ghiaccio.

Raggiungeremo quindi la città a metà pomeriggio. Cena e pernottamento in hotel.

12° giorno, mercoledì 19: Dalanzadgad – Tsagaan Suvarga

180 km circa (150 asfalto)

Colazione in hotel e da oggi seguiremo direzione nord sostando nel minuscolo villaggio di Tzogt Ovoo dove sosteremo per pranzo e fare carburante, quindi proseguiremo fino ad arrivare alle arenarie colorate di Tsagaan Suvarga visitandole al tramonto.

Cena e pernottamento in un campo ger

13° giorno, giovedì 20: Tsagaan Suvarga – Baga Gadzriin Chuluu

230 km circa (170 asfalto)

Sosta al villaggio di Mandalgov dove da sempre Mongolia Motorbike Marathon sostiene un progetto e quindi proseguiamo per la piana di Baga Gadzriin Chuluu attorniata di rocce modellate dal passare dei secoli e disseminata di vecchi monasteri in rovina. Si racconta che Gengis Khan abbia abbeverato i suoi cavalli prima di lanciarli in una furiosa battaglia.

Cena e pernottamento in un campo ger.

14° giorno, venerdì 21: Baga Gadzriin Chuluu – Ulaanbaatar

250 km circa (220 asfalto)

Colazione nel campo ger e visita alle rovine di un antico monastero quindi ritorno alla capitale seguendo la lunga striscia di asfalto che vi conduce nel pomeriggio riconsegna delle moto e trasferimento in hotel.

Cena in un ristorante della città.

15° giorno, sabato 22: Ulaanbaatar

Colazione in hotel e giornata libera nella capitale per gli ultimi acquisti e per visitare le altre bellezze che Ulaanbaatar conserva.
Pernottamento in hotel.

16° giorno, domenica 23: Ulaanbaatar - Italia

Colazione in hotel e commiato con la guida mongola e italiana.
Partenza dalla capitale con volo di linea alle ore 07:20, arrivo in Italia nel primo pomeriggio dello stesso giorno.

– Percorrenza totale km 2.100 circa, dei quali circa 50% di guida in fuoristrada e il 50% di guida su asfalto,
– 14 giorni effettivi di viaggio, di cui  2 intere giornate di sosta nella capitale Ulaanbaatar,
– media giornaliera di percorrenza chilometrica di circa 180 km/giorno.

Il programma di viaggio può subire variazioni sia per quanto riguarda l’itinerario che le modalità di alloggio. Tali modificazioni possono essere determinate dalla momentanea indisponibilità delle comunità ospitanti o da variazioni delle condizioni sociali, ambientali e climatiche che si determinano nel momento in cui si effettua il viaggio.

Come in tutti i viaggi avventura in moto, è richiesto un minimo di spirito di adattamento per gli alloggi a volte essenziali ma comunque dignitosi, le piste mongole sono a volte molto rovinate dal “toule ondulée” e dal fango in caso di pioggia. La guida può risultare impegnativa e di conseguenza adatta a persone con un minimo di esperienza di guida in fuoristrada.

L’itinerario si svolgerà in maniera progressiva, con tappe molto corte all’inizio per dare modo a chiunque di prendere confidenza con questo nuovo straordinario ambiente. Dopo i primi due giorni la lunghezza delle tappe passerà ad una percorrenza normale (circa 180 km di media giornaliera). Distanza comunque abbondantemente adeguata alla tipologia di percorso. Nelle date in cui si toccheranno le località di maggiore interesse sono state previste delle tappe di breve percorrenza. Questo per poter avere il tempo di apprezzare maggiormente i luoghi ed i siti che andremo a visitare.

© MOTOTOURING SRL - VIA DEL RICORDO 31 – 20128 MILANO - P.IVA: 11303890153 | Privacy | Credits